Pescara – Benevento 2-1 altro stop

1 month ago

Seconda sconfitta consecutiva per i giallorossi di Bucchi, a preoccupare è l’involuzione rispetto alle prime e confortanti uscite.

Pescara: Fiorillo, Balzano, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Machin, Marras (81′ Kanoutè), Monachello (72′ Perrotta), Mancuso (91′ Cocco). All. Pillon.

Benevento: Puggioni, Maggio, Volta, Antei, Di Chiara, Nocerino, Viola (68′ Coda), Tello, Ricci (61′ Insigne), Asensio, Improta (63′ Buonaiuto). All. Bucchi.

Arbitro: Niccolò Baroni

Marcatori: 37′ Mancuso (P); 50′ Viola (B); 53′ Machin (P);

Ammoniti: 45’+1 Di Chiara (B); 61′ Nocerino (B); 68′ Memushaj (P); 73′ Fiorillo (P)

Bucchi è ancora in cerca del suo Benevento e contro il Pescara cambia ancora, scelta quasi obbligata al centro della difesa con Antei preferito a Billong, reduce da un infortunio e con pochi allenamenti nelle gambe. Sorpresa invece sulla corsia di sinistra, di nuovo fuori Letizia e dentro Di Chiara, e nel tridente di attacco con Asencio preferito a Coda. A centrocampo invece scontato il rientro di Tello, con Bucchi che conferma Viola e Nocerino. La gara inizia a ritmi alti con le due formazioni che si affrontano con rispetto, col passare dei minuti però il Benevento evidenzia una manovra lenta e senza grosse soluzioni,  ed infatti viene punita al 37′ dalla rete Mancuso. Nonostante una prova non esaltante i giallorossi trovano il pari con una punizione di Viola, calciata a scavalcare la barriera e mettendo Fiorillo fuori causa. Neanche il tempo di risistemarsi e i giallorossi si fanno imbucare da Machin e  sono di nuovo in svantaggio. Bucchi prova a rimediare con i cambi, non proprio condivisi, e nei primi frangenti sembra che i giallorossi possano rimediare e riportare la gara sui giusti binari. L’illusione dura poco, i il Benevento continua a girare lentamente palla a centrocampo senza trovare mai il varco vincente, fatta eccezione per un colpo di testa di Coda che Fiorillo riesce a ribattere. Seconda sconfitta stagionale per il Benevento di Bucchi, dopo il Foggia anche il Pescaraconquista i tre punti e a preccupare, più dei risultati, è il passo indietro della squadra rispetto alle convincenti prove di inizio stagione.

Redazione LoStregone.net

LoStregone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *