Venezia – Benevento 2-3

3 weeks ago

Il Benevento di Bucchi prima domina e poi soffre riuscendo a portare a casa tre punti importanti per il morale e per la classifica.

Venezia: lezzerini, Andelkovic, Domizzi, Modolo,; Bruscagin, Garofalo, Pinato, Bentivoglio, Falzerano, Di Mariano, Geijo. A disp. Facchin, Vicario, Coppolaro, Suciu, Zigoni, Marsura, Segre, Cernuto, Zampano, Citro, Migliorelli, Varioni. All. Vecchi

Benevento: Puggioni; Maggio, Volta, Billong, Letizia; Tello, Viola, Bandinelli; Improta, Coda, Ricci. A disp. Montipò, Gori, Sparandeo, Del Pinto, Antei, Di Chiara, Buonaiuto, Gyamfi, Insigne, Goddard, Volpicelli, Asencio. All. Bucchi

Arbitro: Aureliano

Assistenti: Sechi-Rossi

IV uomo: Lorenzin

Marcatori: 25’ 44’ Bandinelli (B) 48 Geijo (V) 49’ Tello(B) 65’ Citro R. (V)

Dopo la lunga sosta il Benevento di Bucchi riparte dalla trasferta lagunare con una difesa rimaneggiata e novità nel l’undici di partenza. Al centro della difesa Billong prende il posto dell’infortunato Costa, sulla corsia sinistra invece Letizia prende il posto di Di Chiara mentre a centrocampo Bucchi preferisce Bandinelli ad un Nocerino non al meglio della condizione. In avanti tridente con Ricci e Improta ad affiancare Coda. I giallorossi mostrano un buon approccio alla gara e una manovra veloce rispetto agli avversari. Il Benevento preme molto nei primi venti minuti, provandoci subito con una buona conclusione di Bandinelli di poco fuori. Due minuti dopo è Coda che prova la conclusione ma non è fortunato. Gli uomini di Bucchi continuano ad avere il pallino del gioco in mano, ma al quarto d’ora il Venezia prova ad affacciarsi nei sedici metri sanniti, Maggio atterra Di Mariano e viene ammonito. Punizione dal limite che vede Puggioni impegnarsi per deviarla in corner. Al ventesimo ancora Maggio ci prova dalla distanza ma la palla esce di poco, poco dopo Coda lavora una buona palla al limite dell’area e scarica per l’accorente Viola. Anche la conclusione del Play giallorosso esce di poco. A sbloccare la gara però ci pensa Bandinelli al venticinquesimo con un gran destro in area di rigore, al volo sugli sviluppi di un calcio  d’angolo. Il Venezia si rivede dalle parti di Puggioni al trentaseiesimo, complice un intervento irregolare di Billong su Di MARIANO, ma l’estremo difensore giallorosso è attento sulla punizione  e si rifugia in angolo. Il Benevento resta comunque padrone del campo e allo scadere della prima frazione ancora Bandinelli, ancora con un destro micidiale porta i giallorossi sul doppio vantaggio. La seconda frazione inizia senza cambi da parte dei due tecnici, e dopo appena un minuto il Venezia accorcia le distanze con Geijo, bravo a ribattere in rete una respinta di Puggioni su incornata di Pinato grazie ad un errore di Maggio. I giallorossi però ci metteno giusto un minuto per riportarsi sul doppio vantaggio, Bandinelli si incunea in area di rigore e scarica per l’accorente Tello che con un piatto destro chirurgico la deposita alle spalle di Lezzerini. Vecchi inserisce Citro per Pinato, i giallorossi abbassano la guardia ed al sessantacinquesimo Maggio commette un ingenuo fallo da rigore. Aureliano indica il dischetto e Citro trasforma. Al settantesimo Bucchi  prova a cambiare qualcosa inserendo Del Pinto per Tello, ed è proprio Del Pinto che poco dopo trova un varco in area di rigore, rientra e prova il tiro impegnando Lezzerini. Subito dopo Bucchi opera un altro cambio, fuori Coda e dentro Asencio. Vecchi risponde con l’ingresso di Marsura per  Modolo e poco dopo Bucchi sceglie Buonaiuto per far respirare Improta. Il Venezia butta nella mischia Zigoni al posto di Andelkovic ed è a completa trazione anteriore, lasciando qualche spazio al Benevento che prova a pungere con la vivacità di Buonaiuto. Nonostante ciò negli ultimi minuti i giallorossi rischiano di farsi raggiungere per alcune disattenzioni ma riescono comunque  a portare a casa tre punti importanti.

redazione LoStregone.net

LoStregone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *